I dipendenti attendono le spettanze che dovevano essere pagate a metà giugno. “Sotto osservazione” i servizi previsti dal contratto di servizio

Ancora una volta i dipendenti de L’Igiene Urbana del cantiere di Artena non vengono pagati entro i termini. Gli stipendi dovevano essere pagati alla metà del mese di giugno ma ancora oggi, da quanto ci risulta, non sono stati versati. Il mancato pagamento non riguarderebbe ritardi del Comune di Artena, che continua a pagare anche se non incassa il 100 percento della Tari, anticipando quindi i soldi. Da parte dell’Amministrazione, il delegato Carlo Scaccia ha fatto sapere che “abbiamo sollecitato più volte il pagamento degli stipendi“.

Sul cantiere di Artena de L’Igiene Urbana vi sono venticinque lavoratori. Fino a poco tempo fa erano 27 ma a due di loro sabato scorso non sarebbe stato rinnovato il contratto. Alcuni dei lavoratori hanno dei contratti a chiamata e per loro non ci sarebbero problemi di pagamenti. Molti dei lavoratori assunti sono di Artena: alcuni sono transitati da Lazio Ambiente ed altri sono stati assunti con diverse tipologie contrattuali, con le tecniche di reclutamento usate dalle società private. Tra i servizi di cui i lavoratori si devono occupare, il più rilevante è la raccolta dei rifiuti col metodo del porta a porta ma c’è molto di più: ci sono servizi aggiuntivi e attività da ripetere annualmente.

Passato l’anno elettorale, pare che i rapporti tra società e Amministrazione comunale si siano modificati. A quanto pare l’Amministrazione avrebbe avviato una verifica dei servizi svolti e di quelli previsti da contratto, arrivando anche, il mese scorso, a un più netto contrasto con la società in occasione dell’ennesimo ritardo nel pagamento degli stipendi. La scorsa settimana, dopo diverse rassicurazioni sull’imminente versamento delle spettanze, tra i lavoratori si è sparsa la voce, tutta da verificare, secondo cui “lo stipendio non arriverà nemmeno la settimana prossima“. Si è dunque in attesa di capire se è effettivamente in atto un “braccio di ferro” tra Amministrazione e società di cui fanno le spese i lavoratori e come evolverà.

Il contratto di servizio: tra penali da applicare e servizi sotto osservazione “l’idillio” sembra finito

Caro Lettore, sei abbonato? Allora accedi per leggere tutto l'articolo
Non sei abbonato? L'informazione è un lavoro: possiamo farlo grazie a pubblicità e abbonamenti

Nel sito potrai trovare molti articoli a libera consultazione ma questo è un articolo riservato agli abbonati.
Vuoi abbonarti?
Entra a far parte della nostra "comunità".

Comments are closed.