Quasi 7 milioni di euro per strade, scuole, impianti sportivi ed edilizia convenzionata

L’Amministrazione Angelini si prepara ad affrontare l’anno decisivo per la campagna elettorale artenese. Lo farà mettendo in campo tutto quello che è riuscita a “mettere a frutto” e quello dei Lavori pubblici sarà sicuramente il settore più “appariscente”, visto che le opere potranno vedersi concretamente. A tutto ciò ha lavorato nei primi due anni e mezzo l’assessore Ileana Serangeli e poi Domenico Pecorari, passato in Giunta dall’opposizione.

Secondo l’assessore Pecorari, che abbiamo intervistato per capire quali opere sono già finanziate e quali attendono il finanziamento, ci sono quasi 7 milioni di euro di lavori da appaltare da oggi al 2019. Tra questi anche i 3,9 milioni di euro di finanziamento ereditato dall’Amministrazione Petrichella per la realizzazione di edilizia convenzionata a Colle dei Fiori. Quale che sia la fonte del finanziamento (in alcuni casi si tratta di mutui residui, in altri di contributi, in altri ancora di nuovi mutui a tasso zero) gli “sfidanti” del Sindaco Angelini non potranno non fare i conti anche con tutto ciò. Ma andiamo alle domande e alle risposte che riguardano le strade, il centro storico, le scuole, l’impiantistica sportiva e il cimitero.

Assessore, a quanto ammonta il totale delle opere già finanziate che devono essere appaltate?

“Si tratta di 3 milioni di euro tra impianti sportivi, scuole, cimitero e strade che possiamo appaltare da oggi all’inizio del 2019. A questi si aggiungono altri 3,9 milioni di euro che saranno appaltati per la realizzazione di case alloggio da realizzare a Colle dei Fiori. Speriamo inoltre che ci siano finanziati altri 11 milioni di euro per opere da realizzare. A parte tutto ciò, ci sono altri interventi che sono stati già fatti sul territorio.

Con l’Acea abbiamo portato a casa risultati rilevanti: dalla casa dell’acqua al finanziamento del potenziamento del depuratore di Valle Pisciana. Quel depuratore sarà potenziato con un investimento dell’Acea di 6 milioni di euro e potrà recepire 16 mila utenze equivalenti. La gara sarà fatta dall’Acea entro il 2019. Si aggiungono altre opere per i fontanili, l’antincendio e le condotte idriche in via Velletri, alle Valli dove altri lavori sono in programma, e in altri luoghi che ne avevano bisogno. Entro la fine del mese faremo un’assemblea pubblica per confrontarci con i cittadini e per illustrare quanto fatto. L’appello che rivolgo ai cittadini è di partecipare per conoscere quel che è in campo.”

Partiamo dalle strade: quando inizieranno le manutenzioni delle 9 strade che avete approvato in Giunta?

“Partiranno prima della fine dell’anno. Oltre a quelle strade abbiamo fatto fare altri progetti per via Enrico Fermi e per un tratto di via Velletri, inoltre abbiamo approvato e finanziato il rifacimento della strada che collega via Velletri a via Colle Siciliano: si tratta di una strada transitata su cui da trent’anni non si fa la manutenzione e la rifaremo completamente. Gli interventi approvati si aggiungeranno alle manutenzioni già realizzate in piazza Unione e via Scipione Borghese, via Valmontone e alle Valli che abbiamo realizzato con accordi fatti tra l’Acea e il Comune. Abbiamo inoltre chiesto al Ministero e alla Regione finanziamenti per quasi 3 milioni di euro per rifare le strade di tutte le contrade e parte della viabilità interna.

Alla Regione abbiamo chiesto un finanziamento da 3,2 milioni per il rifacimento di via del Macchione. Al Ministero abbiamo chiesto 1,2 milioni per mettere in sicurezza via Santa Maria e altri 900mila euro per via del Selvatico. Sulla viabilità esistente metteremo inoltre dei dossi, o meglio degli attraversamenti pedonali rialzati: uno a Ponte del Colle, uno a via Giulianello e l’altro in via Guglielmo Marconi.

Rimanendo sulle strade, mercoledì 10 (stamattina ndr) abbiamo un incontro con l’Astral perché abbiamo segnalato più volte che via Valle dell’Oste è una delle strade più transitate d’Italia visto che collega Latina e i Castelli all’autostrada. Con il bilancio comunale non riusciamo a sostenerla quindi abbiamo fatto un progetto di rifacimento di circa 900mila euro. L’Astral verrà a verificare se potrà finanziarlo e realizzarlo: ciò libererà il bilancio dalle manutenzioni ordinarie che comporta quella strada, e potremo investire quelle risorse su altre strade”.

Per quanto riguarda lo svincolo tra via Colle Siciliano e Santo Giudico si può fare qualcosa?

“Lo dobbiamo verificare con il Comune di Valmontone e la Città Metropolitana perché quel tratto è provinciale e per metà del Comune di Valmontone. Da parte nostra le priorità sono le rotatorie di via Latina e via Maiotini, che si stanno realizzando tramite l’Astral che sta appaltando i lavori, un’altra priorità è una rotatoria su via Ariana alle Macere in località 51, cioè all’incrocio tra via Tuscolana e via Ariana. In entrambi i casi siamo a buon punto”.

Le strutture sportive attendono i lavori: quando inizieranno e quanto dureranno gli interventi al Palazzetto dello Sport e al campo sportivo comunale?

“Per il campo del Colubro i lavori sono iniziati e termineranno in un mese, tempo permettendo. La tensostruttura di Ponte del Colle è finita. La palestra della “Serangeli” e i relativi spogliatoi sono stati rifatti. Stiamo appaltando il manto in erba del campo comunale, le tribune e gli spogliatoi: le ditte sono state già chiamare e tra circa venti giorni inizieranno i lavori. Quanto al Palazzetto dello Sport, è stato dato l’incarico ai progettisti: hanno realizzato parte dei progetti, a breve sarà fatta la gara e finalmente si completerà quest’opera che i cittadini aspettano da anni. La conclusione dei lavori del Palazzetto, finanziato per 750 mila euro, è prevista per la metà del 2019”.

Sulle scuole il Comune di Artena ha ricevuto diversi finanziamenti: come verranno impiegati i soldi?

“Abbiamo fatto dei rilievi e dei carotaggi per la messa in sicurezza delle scuola di Municipio, della “De Gasperi”, e della “Salvo d’Acquisto” delle Macere. Inoltre abbiamo chiesto al Ministero finanziamenti per le scuole di Maiotini e Ponte del Colle. A Maiotini (700 mila euro) per il cambiamento degli infissi e la coibentazione; a Ponte del Colle (800mila) per la messa in sicurezza della struttura esterna, gli infissi e il collegamento con la tensostruttura.

Vorrei inoltre ricordare quanto abbiamo già fatto: la messa in sicurezza dei solai della “De Gasperi” e altre ordinarie manutenzioni; la di sistemazione della “Serangeli”; il rifacimento del tetto, della facciata, i cancelli elettronici e le caldaie di Macere. Inoltre abbiamo ripristinato gli allarmi alla “De Gasperi” e a Macere e fatto il nuovo allarme alla “Serangeli”.

Quali altri lavori sono stati approvati e finanziati e attendono di essere appaltati?

“Ci sono tre progetti sul cimitero, per circa 200mila euro già disponibili. L’ingresso sarà rifatto con i sampietrini e la facciata sarà rimessa a posto. Rifaremo le strade e i muretti di recinzione e saranno tolti i tronchi loculi fatiscenti. Iniziamo col togliere un tronco da 120 loculi, trasferendo circa 10 salme e spostando le altre nell’ossario, e creando un’area verde. Per il Cimitero abbiamo creato un ufficio unico e stiamo facendo un censimento completo, procedendo alla rimozione anche delle salme sepolte a terra. Vorrei inoltre ricordare che sono in corso i lavori per la realizzazione dell’isola ecologica alle Valli, finanziati per 200 mila euro, ed è prossima l’installazione di tre pensiline del Cotral. Quanto ai trasporti, stiamo preparando un incontro con Colleferro, Lariano, Valmontone per dare un servizio agli ospedali e alle stazioni ma questo è un altro discorso”.

Parliamo del centro storico, quando iniziano i lavori su via Maggiore? Avete previsto sistemi per migliorare la mobilità dell’area non carrabile?

“In via Maggiore i lavori iniziano entro venti giorni: giovedì verrà aggiudicata la gara e vediamo se iniziare prima o dopo le feste natalizie. Poi abbiamo chiesto due finanziamenti: uno per rifare la pavimentazione in via Vittorio Emanuele fino a piazza della Vittoria e un altro per la pavimentazione di via Crognaleto e via Cavour per un totale di 680mila euro. Per la questione della mobilità faremo un incontro con i cittadini e la Soprintendenza, per valutare la questione e le possibili soluzioni”.

Tutte queste opere perché partono ora e non si sono fatte negli anni trascorsi?

“Da assessore posso fare un elenco di opere altrettanto numerose fatte dal 2005 al 2008. Poi sono tornato assessore due anni e mezzo fa e in questo periodo ho chiuso questi discorsi. Quello che mi auguro è che i progetti iniziati da questa Amministrazione siano proseguiti da quella futura, qualunque essa sia”.

Lascia un commento