È contro il “silenzio pesante” della Città Metropolitana che l’assessore Ileana Serangeli si scaglia, chiedendo al Consigliere Metropolitano Alessandro Priori di fare un’interrogazione al Sindaco Metropolitano Raggi. L’assessore artenese ha chiesto al Consigliere veliterno di portare in Consiglio metropolitano la questione della Biometano del Colubro, dopo l’assenza dell’ex Provincia alla conferenza dei servizi di mercoledì, che è valso il silenzio assenso dell’ente. Ma le critiche non vengono lesinate nemmeno alla Asl e “agli esponenti del Pd locale”.

Ecco la dichiarazione della Serangeli:

L’assessore artenese Ileana Serangeli

La realizzazione di una centrale Biometano in Artena, a maggior ragione in Contrada Contrada Colubro, sarebbe avulsa dal contesto urbanistico – territoriale cui la zona è preordinata e aggraverebbe ulteriormente le criticità ambientali emerse negli ultimi mesi. L’ultima Conferenza dei Servizi mi ha lasciata basita in primo luogo per il fatto che l’ASL abbia dato un parere favorevole (seppur condizionato), spiegabile solamente dall’ignoranza che nella zona perimetrale dove sorgerebbe l’impianto è in corso un piano di caratterizzazione volto a verificare la presenza ovvero la gravità di un danno ambientale emerso dai rilievi eseguiti dall’ARPA. Dal punto di vista politico sono amareggiata che si prenda per assenso l’assenza dei rappresentanti della Città Metropolitana all’ultima Conferenza dei Servizi e a riguardo ho chiesto al Consigliere Alessandro Priori di presentare un’interrogazione al Sindaco Metropolitano Raggi e al Vice Sindaco Pucci al fine di motivare questo silenzio così pesante.
Agli esponenti del PD locale lancio il monito di finirla di strumentalizzare politicamente questa vicenda a vantaggio dell’uno o dell’altro, cercando sfumature inesistenti di un “no” invece unanime in seno sia al Consiglio Comunale che alla maggior parte della cittadinanza artenese.

Lascia un commento

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*