La Città Metropolitana sta ottemperando all’ordinanza del Sindaco di Artena. Ora il problema è mantenere pulito. Il Sindaco Angelini esulta e chiede ai cittadini di segnalare chi butta i rifiuti tramite il numero verde whatsapp

19.40 – Dopo le segnalazioni di diversi cittadini a mezzo Facebook il Sindaco Felicetto Angelini è tornato sulla vicenda di via Tuscolana, affermando che l’Amministrazione non tollererà “mezze bonifiche”.

Non tollererò bonifiche a metà! In molti mi segnalano – è il post del Sindaco sulla sua pagina – che su via Tuscolana la Città Metropolitana non ha ancora ripulito tutto. Di certo c’è che i lavori sono iniziati. Ma né a me né ai cittadini può bastare una mezza pulizia e nessuno vuole che l’immondizia sia nascosta “sotto il tappeto”. Per concludere l’intervento ci vorranno giorni perché i rifiuti devono essere “caratterizzati”. Vigileremo affinché i lavori iniziato siano conclusi a dovere“.

Via Tuscolana è tornata pulita dopo mesi di sporcizia. O meglio sta tornando pulita visto che i lavori non sono ancora terminati. Un risultato ottenuto grazie all’ordinanza sindacale ottemperata dalla Città Metropolitana di Roma, che ha fatto esultare il sindaco Felicetto Angelini con un “Ce l’abbiamo fatta!” riportato in un comunicato stampa.

“Ho dovuto ordinare alla Città Metropolitana di fare il suo dovere – ha detto il Sindaco di Artena nella nota – ma alla fine via Tuscolana è tornata pulita. La ditta incaricata dall’ex Provincia ha finalmente tolto i rifiuti che da mesi erano a bordo strada. Ora bisogna mantenere pulito e per questo chiederò alla Città Metropolitana di installare delle fototrappole ma bisogna essere coscienti che questa non è la soluzione al problema”.

“L’abbandono dei rifiuti – ha detto Angelini – non è una questione di controllo ma di civiltà e le migliori telecamere sono gli occhi dei cittadini che tengono al decoro di Artena. L’appello che faccio a tutte le persone di buona volontà è di fotografare chi abbandona i rifiuti e di inviare l’immagine al numero verde whatsapp 3294205179. La segnalazione resterà anonima ma i trasgressori saranno puniti con sanzioni salate. Questo è l’unico modo per far pagare a questi incivili le conseguenze delle loro azioni – ha concluso Felicetto Angelini – perché altrimenti il costo delle bonifiche continuerà a gravare su tutti i cittadini tramite la TARI!”

Lascia un commento

Comments are closed.