Il Sindaco ha riunito nei giorni scorsi la maggioranza per concordare le nomine dei nuovi assessori: secondo indiscrezioni pare profilarsi una compagine compatta con la volontà di allargare la partecipazione

Il primo Consiglio comunale dell’Angelini Bis potrebbe tenersi la prossima settimana. La data papabile per il primo Consiglio dovrebbe essere il 13 giugno ma ad oggi l’assise non è stata ancora convocata. La legge in proposito dice che la prima seduta del Consiglio comunale “deve essere convocata entro il termine perentorio di dieci giorni dalla proclamazione e deve tenersi entro il termine di dieci giorni dalla convocazione“. Dunque il Consiglio dovrebbe essere convocato entro il 7 giugno.

Intanto il Sindaco Felicetto Angelini ha tenuto la prima delle riunioni di maggioranza per concordare la nomina degli assessori e quindi la formazione della Giunta. La riunione pare sia avvenuta ieri sera e, secondo indiscrezioni, pare ne sia emersa una compagine compatta. L’intenzione sarebbe quella di promuovere una partecipazione ampia sia dei Consiglieri sia di chi non è stato eletto al fine di portare avanti il programma elettorale.

Gli adempimenti del primo Consiglio comunale

Tornando al Consiglio comunale in previsione, la seduta sarà quella di rito, come previsto dalla legge. Il Consiglio dovrà essere convocato dal Sindaco e sarà presieduto dallo stesso Angelini fino all’elezione del presidente del Consiglio. Prima di eleggere il presidente sarà necessario convalidare l’elezione dei membri del Consiglio. Altro punto fondamentale è l’elezione della Commissione Elettorale comunale, l’organo che provvede, in caso di elezioni, alla nomina degli scrutatori di seggio.

La formazione della nuova Giunta

La formazione della Giunta comporta però dei problemi da affrontare. Uno su tutti è la composizione: la legge dice infatti che uomini e donne devono essere entrambi rappresentati per almeno il 40%. Ma tra i primi cinque eletti c’è una sola donna (Lara Caschera), cosa che dovrebbe portare a un passo indietro da parte di uno degli uomini. Un problema che pare sia stato già risolto grazie alla disponibilità di uno dei papabili assessori.

Lascia un commento