Continuano i miasmi e gli studenti manifestano chiedendo di mettere fine a una “puzza insostenibile”

“Non si può respirare. Oggi scioperiamo perché la puzza è insostenibile.
Da sentirsi male!”
A parlare è Gianluca, studente e rappresentante dell’IPIA, l’istituto superiore di via Palienese che dista una cinquantina di metri dalla discarica di Colle Fagiolara. Una vicinanza che dura da oltre quindici anni e che vede sistematicamente come parti lese una scuola superiore e i residenti di quella zona. “Questa mattina, per segnalare la situazione, abbiamo chiamato i vigili e il Sindaco“, continua Gianluca.

Segnalazioni che ciclicamente vengono fatte per lo stesso motivo: i miasmi provenienti dalla discarica. “Abbiamo contattato Lazio Ambiente per sollecitare maggiore attenzione. Sono in corso operazioni per isolare le aree di conferimento al fine di ridurre la dispersione degli odori”, dichiara a La Nuova Tribuna Giulio Calamita, Assessore all’ambiente del Comune di Colleferro.

In questo momento la discarica di Colle Fagiolara vive un processo di transizione: da ottobre scorso infatti, con una determina della Regione si è riaperto, di fatto, al conferimento dei rifiuti trattati negli impianti di trattamento meccanico biologico (Tmb) del Lazio. Una situazione analizzata e divulgata da diverse associazioni, come per esempio da Retuvasa.

Allo stesso tempo sono iniziati i lavori per il post mortem, cioè le operazioni che porteranno alla chiusura del sito. Come riportato dall’agenzia Dire lo scorso 4 aprile: “i lavori di piantumazione, copertura e post mortem avverranno nella parte vecchia della discarica, mentre la nuova continua a essere aperta al conferimento fino al 31 dicembre 2019″.

Il Movimento Rifiutiamoli e gli studenti faranno un sopralluogo in discarica

“Come Rifiutiamoli, cinque mesi fa, abbiamo fatto richiesta di entrare in discarica. Ieri finalmente abbiamo ricevuto risposta da Lazio Ambiente e dal Comune di Colleferro”. Il movimento ambientalista ha dato questo annuncio dalla sua pagina facebook e informa che “la delegazione di Rifiutiamoli entrerà in discarica questo giovedì pomeriggio. Per motivi di sicurezza –continua Rifiutiamoli – potremo entrare in dieci. Abbiamo contattato docenti e studenti dell’istituto per far entrare dentro Colle Fagiolara anche una loro delegazione”.

Il commento del Comitato Residenti

“Sono molti anni che il comitato residenti denuncia con segnalazione ed esposti la questione degli odori mefitici a tutti gli organi competenti e il grave disagio che devono sopportare gli abitanti della zona”, dichiara Ina Camilli.
“La situazione, aggiungono dal Comitato, diventerà ancora più pesante con l’arrivo dell’estate e a nulla sono valse le richieste di gestire la discarica di colle Fagiolara nel pieno rispetto della normativa vigente. Per questo sono in corso azioni legali nei confronti dei responsabili, che negli anni sono cambiati, ma la situazione, se possibile, è molto più grave ora”.

Lascia un commento

Comments are closed.