Nei prossimi giorni ci saranno degustazioni, laboratori ed eventi culturali

Il pane di Lariano torna protagonista. Per tre giorni sarà al centro della 2° Festa del Pane che inizierà domani e proseguirà fino a domenica. Un’iniziativa nata l’anno scorso e organizzata dall’Amministrazione comunale con la collaborazione dell’Associazione Pane di Lariano, titolare del marchio MCG, e i forni della cittadina.

La festa torna quest’anno nei prossimi tre giorni: venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 dicembre. Anche quest’anno la manifestazione organizzata per volontà dell’assessore Fabrizio Ferrante Carrante e del sindaco Maurizio Caliciotti, avrà la collaborazione dei panificatori, ampliando la partnership anche agli scout.

Il programma dei tre giorni di manifestazione

La location sarà la stessa dello scorso anno: piazza S. Eurosia, dove si monterà una tensostruttura da 250 mq, per far stare i visitatori al coperto e in un ambiente riscaldato. Durante le tre giornate i panificatori mostreranno al loro arte, organizzando delle degustazioni. A ciò si aggiungeranno anche altri eventi. Il programma prevede per venerdì alle 16.30 l’inaugurazione della manifestazione e alle 17 due laboratori: uno di pittura denominato “Impariamo a dipingere il pane”, l’altro esperenziale che è stato chiamato “Mani in pasta”.

Sabato 8 alle 16 tornano i due laboratori già previsti per venerdì e alle 17 è in programma l’incontro “Il pane nella letteratura e nell’arte”, con l’intervento dei professori Dario Pisano e Stefano Ruvolo. Domenica la manifestazione inizia alle 11 con i laboratori già lanciati nei giorni precedenti, che dureranno fino al pomeriggio. Alle 17.30 si premieranno infine i vincitori del concorso di poesia “Il Pane di Lariano”.

Nei tre giorni di manifestazione, anche dedicati ai bambini, sarà allestito un curioso angolo che collega l’arte di fare il pane con l’educazione. Si tratta uno stand a cura della Sezione scout del CNGEI di Lariano che mostrerà la tipica procedura della cottura del “pane scout”, un’attività che lega il cibo all’educazione dei giovani secondo il consolidato metodo scout.

Lascia un commento

Comments are closed.