Altri 11 decessi (15 secondo l’Assessore alla Sanità) e 173 nuovi contagi. D’Amato: “La situazione delle case di riposo sta diventando molto seria. Stigmatizzo quei gestori che hanno consentito l’accesso a persone non autosufficienti”

Nel Lazio ci sono altri 173 nuovi contagi con un totale di contagiati che arrivano a 1901 compresi i deceduti e i guariti. Gli attualmente positivi salgono a 1675, di questi: 805 sono ricoverati con sintomi, 101 in terapia intensiva, 769 in isolamento domiciliare. Le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare oggi sono 3150. I morti nel Lazio salgono a 95 e i guariti a 131. Sui decessi c’è qualcosa che non va nei dati della Regione. Nell’elenco degli aggiornamenti delle Asl e delle Aziende Ospedaliere oggi se ne segnalano 11 mentre l’Assessore Regionale alla Sanità Alessio D’Amato, ne dichiara 15.

Durante la giornata di oggi l’Assessore Regionale alla Sanità ha anche parlato del problema che stanno iniziando a costituire le case di riposo. ” “La situazione nelle case di riposo – ha dichiarato D’Amato –, che ricordo non rientrano nella gestione sanitaria, sta diventando molto seria e bisogna mantenere alto il livello di attenzione soprattutto in riferimento alla gestione degli ospiti che non possono essere non autosufficienti, e per le misure di protezione adottate. Stigmatizzo quei gestori che hanno consentito l’accesso a persone non autosufficienti. Dobbiamo mantenere altissima l’attenzione. Sono cluster di comunità che devono essere isolati”. Ecco il dettaglio della situazione nelle Asl e nelle Aziende Ospedaliere:

Asl Roma 1 – 16 nuovi casi positivi. 697 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Si sta attrezzando il padiglione D dell’Ospedale San Filippo Neri per 40 posti COVID. Disponibili entro sabato 28 marzo;

Asl Roma 2 – 14 nuovi casi positivi. 33 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Pertini disponibili ulteriori 32 posti letto da lunedì 30 marzo che diventeranno 64 entro il 5 aprile. Si sta lavorando per attivare 57 posti letto dedicati all’Ospedale Vannini che ha dato la disponibilità. Alla Casa di Riposo Giovanni XXIII si sta predisponendo il trasferimento di 3 anziani ospiti verso altre strutture ospedaliere: la Asl è subentrata nella gestione sanitaria della struttura;

Asl Roma 3 – 13 nuovi casi positivi. Tutti i componenti della prima famiglia contagiata a Fiumicino risultano guariti. 448 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Si sta attrezzando il piano terra dell’Ospedale Grassi per attivare ulteriori posti letto dedicati;

Asl Roma 4 – 20 nuovi casi positivi. 870 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Da questa mattina l’Ospedale San Paolo è dedicato a COVID. Isolata RSA Madonna del Rosario di Civitavecchia che diventerà una struttura per pazienti COVID in isolamento domiciliare;

Asl Roma 5 – 16 nuovi casi positivi. Dal 28 marzo disponibili ulteriori 14 posti di terapia intensiva. Isolata Casa di Riposo Nerola: riscontrate grave inadempienze da parte della proprietà in particolar modo nella gestione di persone non autosufficienti;

Asl Roma 6 – 35 nuovi casi positivi. 144 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Già operativi da oggi ulteriori 23 posti di pneumologia COVID all’Ospedale dei Castelli che arriveranno a 73 posti dedicati. Entro sabato 28 marzo disponibili ulteriori 7 posti di terapia intensiva

Asl di Latina – 11 nuovi casi positivi. All’Ospedale di Gaeta operativi 12 posti letto dedicati. Ricoverati i primi 6 pazienti positivi. Attivati ulteriori 22 posti letto COVID all’Ospedale Goretti di Latina. Da attivare ulteriori 68 posti letto;
Comune di Fondi – Predisposti i termoscanner e i termometri laser per la rilevazione della temperatura all’ingresso del MOF mercato ortofrutticolo: isolati 2 operatori con sintomi in attesa del tampone;

Asl di Frosinone – 26 nuovi casi positivi. Deceduto uomo di 63 anni. 108 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Attivati ulteriori 6 posti letto di malattie infettive all’Ospedale Spaziani di Frosinone. Da attivare ulteriori 5 posti letto di terapia intensiva. Isolata Casa di Riposo Ini – Città Bianca;

Asl di Viterbo – 17 nuovi casi positivi. Deceduto un uomo di 78 anni con gravi patologie pregresse. 841 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Entro il 30 marzo saranno attivati ulteriori 30 posti di malattie infettive e ulteriori 12 posti di terapia intensiva;

Asl di Rieti – 5 nuovi casi positivi. 9 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Entro la prossima settimana saranno attivati ulteriori 18 posti letto dedicati all’Ospedale De Lellis;

Policlinico Umberto I – 4 decessi: donna 84 anni, donna 90 anni, uomo 70 anni e uomo 53 anni, tutti con patologie preesistenti. Disponibili ulteriori 32 posti di malattie infettive nel secondo padiglione. Il 28 marzo disponibili ulteriori 18 posti letto COVID;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – 40 posti letto di pneumologia a disposizione della rete entro fine marzo. Disponibili al trasferimento di pazienti per liberare posti di radioterapia e di ostetricia per la rete regionale;

Azienda Ospedaliera Sant’Andrea – Deceduta una donna di 84 anni con pregresse patologie. Guarito un paziente. Da oggi attivati ulteriori 25 posti letto. Entro il 30 marzo saranno disponibili ulteriori 25 posti di degenza ordinaria e 9 posti di terapia intensiva COVID;

Policlinico Gemelli – Operativi ulteriori 43 posti letto di malattie infettive e entro il 30 marzo ulteriori 38 posti di terapia intensiva al COVID HOSPITAL 2 Columbus;

Spallanzani – deceduto uomo di 84 con patologie pregresse e un ragazzo di 33 anni del Montenegro per il quale è stato disposto l’esame autoptico per accertare le cause del decesso;

Policlinico Tor Vergata – deceduti 2 uomini di 91 e 79 anni con patologie pregresse. Guarito 1 paziente in isolamento domiciliare. Completato lo svuotamento della torre 8 per rendere operativo il COVID HOSPITAL 4 Tor Vergata per 80 posti entro il 31 marzo. Oggi sono stati attivati i primi 20 posti, domani saranno attivati ulteriori 20 posti;

Azienda Ospedaliera San Camillo – Entro domani si procederà con apertura del padiglione Marchiafava dedicato a COVID con 35 posti letto dedicati e 8 posti di sub intensiva. Ulteriori 17 posti letto di degenza ordinaria entro il 30 marzo;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – tutti i 6 bambini positivi sono in buone e stabili condizioni. Attivati 10 posti letto in R1 di pediatria. Continua il lavoro in sicurezza delle attività pediatriche sia nella sede del Gianicolo che alla sede di Palidoro;

IFO – Disponibili alla presa in carico dei pazienti provenienti da altre strutture ospedaliere della rete regionale per liberare spazi da dedicare a emergenza COVID

Università Campus Bio-Medico – Disponibilità ad attivare 9 posti letto di terapia intensiva COVID dal 1 aprile e 31 posti letto ordinari entro il 20 Aprile.

La “curva” dei nuovi contagi nel Lazio

Sulla base dei dati giornalmente dichiarati dalla Regione Lazio, abbiamo elaborato la “curva” dei nuovi contagi giornalieri nella regione. Il dato di ogni giorno è il risultato della somma dei nuovi contagi dichiarati dalla Regione per ogni Asl a partire dal 10 marzo scorso. Abbiamo escluso il dato comunicato il 9 marzo perché avrebbe falsato il trend: era al di sopra dei dati successivi evidentemente perché quel giorno la Regione ha comunicato un numero di contagi complessivo risalente ai giorni precedenti.

La situazione in Italia

Sul territorio nazionale i casi totali sono 74386, al momento sono 57521 le persone che risultano positive al virus. Le persone guarite sono 9362. I pazienti ricoverati con sintomi sono 23112, in terapia intensiva 3489 , mentre 30920 si trovano in isolamento domiciliare. I deceduti sono 7503, questo numero, però, potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

Andamento nazionale. In arancione gli “attualmente positivi”, in verde i dimessi totali, in grigio i decessi totali
Lascia un commento

This article has 1 comment

  1. Pingback: Coronavirus, Italcementi ferma gli impianti