Secondo fonti qualificate l’intervento è fermo per motivi economici e tecnici

Non si muove foglia nel cantiere del Villaggio Rinascita 1 a Valmontone. Quelle che furono le “casette” sono state per lo più sistemate ma da qualche settimana i lavori non avanzano. Recentemente l’assessore Marco Gentili aveva smentito l’esistenza di problematiche economiche legate all’appalto, legando invece lo stop ad una variante sostanziale all’intervento, per recuperare alcuni seminterrati.

Che la sospensione dei lavori sia da legare in primo luogo a motivi economici lo confermano però fonti qualificate interne al cantiere. “L’intervento – ci dicono – è fermo per questioni che dipendono dalla committenza: questioni economiche e una variante per togliere cose inutili e farne altre necessarie”. La variante in questione si inserirebbe dunque nell’attesa di un pagamento atteso.

La società appaltatrice, formata da un’ATI composta dalla Road House srl e dalla Elettrogesuele srl sarebbe comunque in regola con i tempi. La stessa fonte riferisce che i lavori sono in anticipo rispetto al crono-programma. Interventi sulla struttura, impianti, intonaci e mattonato sui balconi sono già fatti. Gli impianti idraulici sono già stati messi in pressione e dunque mancherebbero soltanto alcuni controsoffitti e le rifiniture. Da appalto, i tempi di lavorazione dovrebbero essere intorno ai 700 giorni ma la società è riuscita a fare gran parte dell’intervento con speditezza, facendo anche una buona impressione tra chi vive nella zona. Si attende quindi che la committenza faccia il suo dovere.

Lascia un commento

Comments are closed.