Sindaci e Comitati ribadiscono il “No”. Città Metropolitana non pervenuta

Un momento della conferenza dei servizi

Si è conclusa la terza conferenza dei servizi sulla Biometano del Colubro, caratterizzata dall’assenza della Città Metropolitana di Roma, ente di rilevanza costituzionale preposto alla salvaguardia ambientale del territorio.

Al termine della riunione di questa mattina la direzione della conferenza ha affermato la volontà di chiudere il procedimento per andare a decisione. Allo stesso modo, secondo l’orientamento dei tecnici, il silenzio della Città Metropolitana di Roma andrebbe considerato ai sensi dell’art 17 legge 241/1990, cioè come silenzio assenso.

Dalla notifica del verbale della riunione si dovrebbero avere altri 20 giorni per far pervenire alla Regione ulteriori osservazioni.

Durante la riunione il Sindaco di Lariano, Maurizio Caliciotti, ha testimoniato la contrarietà della comunità larianese, come deliberato per due volte dal Consiglio comunale.

Stessa cosa ha fatto il Sindaco di Artena Felicetto Angelini. Il Comune non ha presentato ulteriori osservazioni alle controdeduzioni fatte dall’azienda alle osservazioni comunali.

La Asl competente ha rilasciato parere positivo condizionato.

Durante la riunione il Comitato No Biometano ha avanzato ulteriori osservazioni.

Presenti inoltre alla riunione i Consiglieri artenesi Carocci, Diamante, Conti, Palone, il Consigliere larianese Casagrande Raffi, altri cittadini larianesi e un delegato del Consigliere regionale Lupi, che ieri aveva portato la questione in Commissione regionale Ambiente.

Ulteriori approfondimenti, nel numero de “La Nuova Tribuna” sabato in edicola.

Lascia un commento
Tags:

This article has 2 comments

  1. Pingback: Città Metropolitana: sul "silenzio pesante" Serangeli chiede a Priori di interrogare la Raggi – La Nuova Tribuna

  2. Pingback: Biometano: cittadini verso la protesta. Carocci e Serangeli: "Siamo con voi"

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*