Artena vede riconosciute le sue ragioni sui disservizi creati da Lazio Ambiente, abbatte l’importo dovuto alla società e lo potrà rateizzare in venti anni

Daniele Fortini e Felicetto Angelini

Lazio Ambiente e il Comune di Artena hanno sotterrato l’ascia di guerra. Una pace che conviene ad entrambi: ad Artena che ha visto riconosciuto dalla società le inadempienze nel servizio; a Lazio Ambiente che ha ottenuto la certezza del pagamento di quanto dovuto dall’ente locale, anche se in misura ridotta, senza attendere la conclusione del procedimento civile davanti al Giudice.

I numeri della transazione sono i seguenti: Lazio Ambiente chiedeva 4,495 milioni di euro al Comune di Artena; il Comune contestava 3,117 milioni di euro di servizi non eseguiti e danni; alla fine la transazione è stata di 2,7 milioni di euro con reciproche concessioni. Ma c’è di più: il Comune beneficerà di una rateazione ventennale e Lazio Ambiente di un pagamento immediato. Il credito sarà infatti ceduto da Lazio Ambiente alla Regione Lazio e il Comune pagherà alla Regione l’importo in venti anni. Con l’accordo esce vincitore, su tutto il territorio, il Sindaco di Artena Felicetto Angelini, che in passato era stato attaccato sia dai sindacati sia dagli altri sindaci proprio per la volontà di arrivare alla transazione.

Angelini: “La transazione è un grande risultato politico, amministrativo e economico”

“La firma della transazione con Lazio  Ambiente è un grande risultato politico, amministrativo, economico. Lo abbiamo perseguito – ha dichiarato Angelini – con serietà, capacità e fermezza. Avrebbero dovuto essere firmata alcuni mesi fa ma l’ostracismo dell’opposizione di allora e la volontà di impedirmi di ottenere questo straordinario risultato prima delle elezioni comunali lo hanno impedito. Ora finalmente questa vicenda si è chiusa con soddisfazione di entrambe le parti. E anche questo è molto importante. Sono convinto che anche in questa occasione abbiamo salvaguardato al massimo gli interessi dei cittadini artenesi: almeno questo ci deve essere riconosciuto. Voglio ringraziare l’Amministratore Delegato di Lazio Ambiente Daniele Fortini per la lungimiranza e la capacità con cui ha affrontato e risolto questa delicata vicenda e ovviamente tutti i miei consiglieri che non mi hanno mai fatto mancare il loro sostegno nel corso di una lunga e faticosa battaglia”.

Lascia un commento

Comments are closed.