Oggi si sono tenute le celebrazioni dell’Unità Nazionale e della Festa delle Forze Armate

In ogni Comune e ad ogni livello oggi è stato festeggiato il 4 novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e Festa delle Forze Armate. Le celebrazioni si sono tenute in modi diversi a seconda del territorio ed hanno coinvolto autorità civili, religiose e militari. Nelle città di Lariano e Artena le cerimonie hanno visto le comunità riunirsi, Sindaci in testa, di fronte al Monumento ai Caduti, insieme alle scuole e alle autorità religiose e militari, rendendo omaggio alle vittime delle guerre.

Ad Artena, a rendere omaggio ai caduti, insieme al Sindaco Felicetto Angelini c’era una rappresentanza delle scolaresche accanto al Corpo della Polizia Locale, ai militari dell’Arma e alle associazioni combattentistiche e d’Arma. Dopo la deposizione di una corona d’alloro davanti al monumenti, il Sindaco di Artena ha ricordato l’ultimo infausto conflitto mondiale, citando le memorie di guerra riportate nel libro di Aurelio Guglielmetti, constatando malauguratamente ancora la presenza di focolai di guerra in tutto il mondo. Dopo l’intervento del Primo Cittadino anche gli alunni delle scuole hanno dato un loro contributo all’evento, leggendo alcune riflessioni.

A Napoli un po’ di Lariano e di Colleferro nella celebrazione del 4 novembre

Oggi è stata grande festa a Napoli per il 4 novembre. C’è stata una parata militare e anche in quell’occasione era rappresentato un po’ del nostro territorio. Come era già accaduto in passato a Trieste per il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, la Metalsystem della famiglia Bartoli è stata incaricata dell’allestimento della manifestazione a cui ha partecipato il Capo dello Stato Sergio Mattarella, il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e il Capo di Stato Maggiore della Difesa Enzo Vecciarelli (originario di Colleferro). Durante la giornata sono sfilate le Frecce Tricolore e le Forze Armate e si sono registrati gli interventi delle autorità della Repubblica.

A Latina la Finanza ha aperto Palazzo “M” alle scuole

Nella vicina Latina va registrata l’iniziativa della Guardia di Finanza che ha aperto alle scolaresche Palazzo “M”, sede del Corpo. Nel corso della visita è stata illustrata ai ragazzi la storia della Caserma “Michele Savarese” e il significato delle celebrazioni oltre al ruolo e ai compiti della Guardia di Finanza.

Particolarmente interessante per i ragazzi è stata la dimostrazione di un militare cinofilo con al seguito il cane “Dafil” che ha effettuato, nei giardini della Caserma, la simulazione di un controllo antidroga su persone e automezzi. La celebrazione si è conclusa con la visione dei filmati istituzionali “professione Finanziere” e “Educare alla Legalità”.

Lascia un commento

Comments are closed.