Il decennale della scomparsa della poetessa è celebrato da TeatroSenzaTempo al Vittorio Veneto di Colleferro (l’11 ottobre) e all’Artemisio di Velletri (l’8 novembre)

TeatroSenzaTempo celebra il decennale dalla scomparsa di Alda Merini presentando “Dio arriverà all’alba – omaggio ad Alda Merini”, scritto e diretto da Antonio S. Nobili. Lo spettacolo dedicato ad Alda Merini va in scena al Teatro Vittorio Veneto di Colleferro (venerdì 11 ottobre 2019 alle ore 21.00) e al teatro Artemisio di Velletri (venerdì 8 novembre 2019). Teatro, cultura e solidarietà si fonderanno in un unico spettacolo in cui, come afferma l’autore, “si ride (tanto), come non ci si aspetterebbe, si piange, e alla fine si resta estasiati davanti a tanta poesia”. Una parte dei proventi saranno destinati all’Associazione Itaca, che si occupa di dare supporto alle famiglie con persone affette da patologie psichiatriche.

Il trailer dello spettacolo

In scena andrà non solo la poesia, ma soprattutto il quotidiano della “poetessa dei Navigli”. Una finestra affacciata su Alda Merini, la poetessa, la madre, la folle capricciosa truccatissima e ingioiellata frequentatrice del Costanzo Show. “Una vita un po’ illuminata dai riflettori, un po’ no. La poetessa vissuta tra il tentativo di abbracciare la normalità sottraendosi alla maledizione della poesia – affermano dall’organizzazione -, e l’insistere eroico e fragile, con sofferenza e feroce ironia, nel dare alla luce sempre nuove e caparbie produzioni, sempre con le parole in bocca e nelle mani. Sempre pronta a provocare, come a farsi carico di sollevare anime al di là del muro del normale, del socialmente accettabile e conforme alle regole. Una poesia che nello Spettacolo “Dio arriverà all’alba” sorge dove non ci si aspetterebbe mai, tra i mozziconi di un posacenere, tra la polvere sui mobili e le cianfrusaglie da rigattiere, sui tasti di un pianoforte di una casa popolare”.

L’Alda Merini che Nobili porta sul palcoscenico è capricciosa, tagliente, divertente, prende in giro chi la va a trovare, è piena di vizi, guarda la tv color sul primo, beve solo coca cola e caffè, e fuma 40 sigarette al giorno, come minimo. Ma sa fare poesia. Perché la poesia e la bellezza di dentro possono riflettersi all’esterno, malgrado il vetro sporco dello specchio. Si tratta in conclusione di uno spettacolo biografico e originale, un’evocazione unica di un personaggio entrato nella storia dell’Italia.

Nel corso della tournée 2018/2019 e alle porte della seconda tournée nazionale, lo spettacolo ha potuto contare sul patrocinio per l’alto valore artistico e culturale riconosciuto da diverse istituzioni e amministrazioni pubbliche. Per informazioni: 3293550022. www.dioarriveraallalba.com/colleferro

Lascia un commento

Comments are closed.