Yesterday    Stelle: 4 su 5   Genere: Commedia   Durata: 116 minuti   Cinema: Colleferro

John Malik è un cantante di scarso successo. Scrive e interpreta le sue canzoni con massimo impegno e dedizione, ma non riesce ad ottenere ingaggi di spessore. La sua manager, e fidata amica, Ellie è l’unica che ama le sue canzoni. Dopo l’ennesimo insuccesso, Jack decide di farla finita con la musica. Proprio quella sera mentre sta tornando a casa con la sua bicicletta, il ragazzo finisce contro un tram. L’incidente avviene durante un blackout mondiale. Al suo risveglio, il mondo è ignaro dell’esistenza dei Beatles, solo Jack non ha dimenticato la gloriosa band inglese; sfrutterà immediatamente questo grande dono.

Il grande maestro Danny Boyle torna al cinema lo fa con una commedia, figlia di una sceneggiatura del grande scrittore Richard Curtis( Il diario di Bridgets Jones, I love radio rock). Il regista inglese realizza  un’opera difficile da accostare alla sua splendida filmografia. Ma realizza comunque un film di grande spessore.

Il corso della storia cambia di nuovo, succede spesso nel cinema moderno. Ma Boyle realizza un film per il grande pubblico, senza fare distinzioni. Non per cinefili, ma per tutti, anche per coloro che si ritrovano a passare una giornata diversa dal solito: dentro un cinema. Ci trasporta dentro un mondo senza i Beatles, solo per farci capire quanto la band inglese sia importante, e di come in un modo o nell’altro,  abbia influenzato la vita di ognuno di noi. Il suo personaggio principale Jack, è un uomo comune con un potere speciale. Potere che usa e sfrutta al massimo e con il quale si sente un ladro. Ma la verità e che le opere dei Beatles sono di tutti, sono il pop per eccellenza e Boyle lo sa. Il film dimostra come l’arte influisca su ognuno di noi, e di come anche l’artista deve essere consapevole di ciò. In tal senso Yesterday è un film che unisce e non divide, una festa continua che va vissuta ad occhi aperti.

Ottimo il ritmo del film, con battute fulminanti che ci accompagnano dall’inizio alla fine, bellissime canzoni e rari momenti drammatici ben integrati nel grande puzzle. Ottime anche l’interpretazioni degli attori con un sorprendente Himesh Patel che interpreta Jack, e la bellissima e divertentissima Lily James che interpreta la sua amica Ellie.

Consiglio la visione, Danny Boyle realizza una commedia raffinata, mantenendo lo stile registico che lo distingue da una vita: attraverso una regia mai doma e piena d’inventiva.  Un film che richiama il grande pubblico in sala e lo intrattiene senza trucchi di magia o quant’altro. Un film meno complesso di come vuoi apparire ma comunque pieno di vita.

Lascia un commento

Comments are closed.