Il nuovo censimento permanente riguarderà soltanto un campione di famiglie e inizierà dal 1° ottobre

Dal 1° ottobre al 20 dicembre prossimi alcuni Comuni d’Italia saranno interessati dal nuovo “Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni” svolto dall’Istat. Quello del 2011 è stato infatti l’ultimo censimento generale della popolazione, che ha lasciato il passo al Censimento permanente fatto a campione. Se prima l’Istat inviava questionari a tutte le famiglie, da quest’anno invece li invierà soltanto ad una parte di essere, considerata rappresentativa della popolazione italiana. Poi, a seconda della fascia demografica del Comune, il censimento sarà ripetuto ogni anno o ogni quattro anni.

Quali sono i Comuni che saranno nuovamente censiti? L’Istat ne ha pubblicato l’elenco. Nella nostra zona saranno interessati dal Censimento i Comuni di Lariano, Velletri, Colleferro, Rocca di Papa, Rocca Massima, Segni, Carpineto Romano, Genzano di Roma, Sezze, Palestrina, Frascati, Grottaferrata, Palestrina, Marino, Olevano Romano, Ariccia, Albano Laziale, Lanuvio, Cisterna di Latina, Sermoneta, San Cesareo, Ciampino.

Come si svolge il censimento

Va ricordato che partecipare al Censimento è un obbligo di legge: se non si partecipa si è colpiti da una sanzione. Come abbiamo detto prima, non tutte le famiglie dovranno partecipare, le sceglierà l’Istat. Potranno accadere due cose: la famiglia riceve una lettera che la invita a compilare il questionario online (in questo caso fa parte del campione della rilevazione da lista) oppure la famiglia è informata dell’arrivo di un rilevatore (munito di tesserino di riconoscimento), attraverso una lettera non nominativa e una locandina affissa negli androni, nei cortili dei palazzi, nelle abitazioni (fa parte del campione della rilevazione areale). Se non si riceve alcuna comunicazione, non si fa parte del campione.

Se il cittadino ha bisogno di aiuto o assistenza può rivolgersi in forma del tutto gratuita ai Centri Comunali di Rilevazione (CCR) del proprio Comune. Le famiglie che non avranno inoltrato il questionario on-line entro 13 dicembre 2019, saranno contattate ed assistite dai rilevatori nella compilazione, ovvero, potranno recarsi presso l’U.C.C. per ricevere assistenza. Le informazioni saranno trattate nel rispetto della normativa in materia di segreto statistico e di protezione dei dati personali, mentre i risultati del Censimento saranno diffusi in forma aggregata e pertanto non sarà possibile risalire ai soggetti cui si riferiscono i dati.

Lascia un commento

Comments are closed.