Milioni di siti internet nel mondo, milioni di blogger e miliardi di post ogni giorno si presentano sulla rete. Questa è la rivoluzione del nuovo millennio, che permette a tutti coloro dotati di smarphone di cercare i contenuti più interessanti.

In un mare così grande, con una concorrenza spietata e un basso tasso di ricavi per i siti d’informazione, come pubblicizzarsi al meglio? come sopravvivere e monetizzare la capacità di creare contenuti? E poi: se a tutti piace leggere notizie e informazioni gratis, qual è la strategia più produttiva per promuoversi e monetizzare la propria attività?

Se pensate ad Adsense (Ads), il sistema è ormai in parte superato: c’è infatti chi ha abusato di banner pubblicitari e pop-up. La reazione degli utenti è stata quella di attivare i sistemi adblock, neutralizzando quella fastidiosa pubblicità.

Ciò che nessun sistema potrà mai neutralizzare sono i contenuti. Sono infatti i contenuti che gli utenti cercano e più sono interessanti e più sono letti. E’ su questa intuizione che nasce il nuovo modo di pubblicizzarsi e di monetizzare i propri blog: il content marketing, ossia il marketing di contenuto. Un sistema per cui il blogger pubblica degli articoli sui temi richiesti dagli inserzionisti. In modo da veicolarli in modo interessante.

Come funziona il content marketing? La strategia è fondamentale

In primo luogo è fondamentale avere una strategia. Ciò significa avere chiari: gli obiettivi da raggiungere, il messaggio da veicolare, i mezzi da impiegare e il modo per verificare quanto si è fatto. Altrettanto fondamentale è definire in modo preciso il target, cioè a chi devono essere indirizzati i propri messaggi e tramite quali canali e quali forme farli viaggiare. Lo si deve fare puntando sulle persone, sulla qualità, su una comunicazione multicanale.

Il miglior modo di pubblicizzarsi è sicuramente far parlare di sé

E chi più dei blogger è bravo a raccontare qualcosa? Chi ha un blog, un profilo Instagram, un canale Youtube, una pagina Facebook molto seguite è l’opinionista del terzo millennio. Oggi gli Instagramers molto seguiti e i video-blogger sono a tutti gli effetti influencer, cioè persone in grado di influenzare il mercato su moda, acquisti, comportamenti e stili di vita. Lo fanno perchè hanno la fiducia dei propri lettori e perchè sono capaci di sfruttare tutte le tecniche SEO, utilizzando Keyword adatte e un metodo di scrittura preciso.

La piattaforma Coobis.com

Come si può entrare in contatto con un influencer? O ancora: se si è un influencer, come si può monetizzare la propria attività? Fondamentale è entrare in contatto. Il modo più semplice è iscriversi ad una piattaforma di content marketing. Ad esempio coobis.com ogni giorno fa incontrare brand (marchi, aziende etc) e influencer (cioè quei blogger capaci di veicolare dei messaggi in modo efficace).

Coobis.com organizza campagne di content marketing efficace perché dialoga ogni giorno con brand e influencer. Seleziona blog e profili social, analizza i dati di traffico e le ultime tendenze e permette agli inserzionisti di conoscere i risultati delle campagne di content marketing.

Da parte loro i blogger iscritti a Coobis hanno la possibilità di decidere liberamente il costo della pubblicazione. Sono anche liberi di sviluppare il tema da sponsorizzare nel modo che ritengono più opportuno, garantendo diversificazione e risultati.

Lascia un commento

Comments are closed.