Per il teatro comunale, il nodo di scambio e la rotatoria tra Via Casilina e Via Hiroshima il Comune andrà a “procedura negoziata”. Intanto per le fogne in via Ariana è “slittato” tutto

Il Comune di Valmontone mette a “gara” altri 948 mila euro di lavori per tre diversi appalti. Per la precisione, più che di gara si dovrebbe parlare di “procedura negoziata”. Un modo di selezionare le ditte, previsto dalla normativa, che prevede: la presentazione di una manifestazione d’interesse a partecipare da parte delle aziende; il sorteggio (in questo caso) di 10 ditte per ogni lavoro; la selezione delle offerte in base alle migliori condizioni. La procedura riguarderà tre appalti: il completamento del nodo di scambio intermodale, il recupero e la messa a norma del teatro comunale e la realizzazione della rotatoria tra via Casilina e via Hiroshima.

La determinazione dell’ufficio che approva gli avvisi quantifica anche gli importi che saranno messi a base d’asta. L’intervento sul teatro comunale (già oggetto di una gara andata deserta) ammonta complessivamente a € 407.584,93 I.V.A. esclusa. Quello sul nodo di scambio ammonta a € 268.641,66 I.V.A. esclusa. Per la rotatoria si tratta infine di € 272.293,27 I.V.A. esclusa. Le procedura dovrà essere gestita dalla Centrale Unica di Committenza dei Castelli della Sapienza, che da tempo gestisce le gare di numerosi Comuni della zona.

Le fogne su via Ariana: lavori slittati per tutta l’estate

Per chi, tornato dalle vacanze, si attendeva di trovare le fogne realizzate in via Ariana c’è una brutta sorpresa di cui prendere atto. Non si è avverato l’annuncio che era stato fatto di realizzare i lavori entro l’inizio della scuola. Le società aggiudicatarie degli appalti (la Gemini Appalti srl del Gruppo Cristini per il 1° lotto da 395 mila euro e la S.M. Edilizia srl per il 2° lotto da 320 mila euro) hanno eseguito i rilievi tecnici e poi si sono fermate.

Fino ad oggi i motivi dello stop non erano noti, lasciando interdetti coloro che avevano letto della realizzazione dei lavori in tempi certi. Dall’opposizione il Consigliere Piero Attiani si è detto “sorpreso”: “Come è già accaduto in altri casi – ha dichiarato -, registriamo che i lavori a Valmontone si fermano senza spiegazioni. Pure quando sono appaltati, finiti, inaugurati e festeggiati, non finiscono. Di situazioni del genere ce ne sono tante, basta guardare il Contratto di Quartiere“.

Da parte dell’Amministrazione, è arrivata la spiegazione. Contattato, il Sindaco Alberto Latini ha spiegato che “i lavori si sono fermati in attesa dell’autorizzazione definitiva della Città Metropolitana“, aggiungendo che “riprenderanno il 9 settembre“. L’intervento pagato dal Comune, insieme ad altri già realizzati, saranno poi passati all’Acea Ato 2 che diventerà debitrici dell’Ente per i lavori fatti. Secondo il capogruppo di maggioranza Roberto Matrigiani, una volta consegnati i tronchi fognari il Comune avrà un credito con l’Acea Ato 2 di circa 2 milioni di euro. Soldi a parte, si attende che la prossima settimana ricomincino i lavori, che saranno realizzati di notte.

Lascia un commento

Comments are closed.